Resinatura pavimentazioni

 

Pavimenti, rivestimenti ed innovazione

Sima srl è l’impresa edile pistoiese che si occupa di edilizia civile, per committenti pubblici e privati.
Offriamo una vasta gamma di servizi personalizzati e su misura per soddisfare le esigenze di ogni cliente.
Da una parte, i punti di forza della nostra azienda sono l’esperienza pluriennale e la grande professionalità con la quale affrontiamo ogni commissione.
Dall’altra, una delle energie trainanti della nostra impresa è la volontà costante di migliorarsi.
Di fatti, Sima srl si è specializzata in interventi di edilizia industriale e civile attraverso tecniche e processi produttivi all’avanguardia. Tutto questo è reso possibile da una continua ricerca ed auto-aggiornamento riguardo alle novità del settore. Insomma, ricerca ed innovazione sono due concetti chiave su cui si basa la nostra esperienza. Proprio in questa sezione, vi proponiamo un servizio innovativo: la resinatura delle pavimentazioni.

Un po’ di storia…

L’utilizzo della resina come rivestimento ha una storia piuttosto recente. Nonostante questo, la resina è diventata, nel giro di pochi anni, uno dei prodotti contemporanei più usati nel settore edilizio.
Il perché? Prima usata negli ambienti industriali e poi nel design di interni, la resina ha dimostrato in questi ultimi anni i suoi più grandi vantaggi: l’assenza di fughe, l’eleganza, la versatilità, l’adattabilità, la durabilità e l’eco compatibilità.
Sono tantissimi i pregi di questa tecnica di rivestimento. Andiamo ad analizzare, punto per punto, i motivi per cui scegliere la resinatura dei pavimenti.

Assenza di fughe

Ad oggi, i pavimenti senza fughe sono di gran lunga la soluzione favorita.
L’assenza di interruzioni e giunture nel pavimento crea un effetto stilistico molto apprezzato perché sa di moderno, di minimalista e di eleganza. Per non parlare dei benefici che la mancanza di fughe apporta:
1. In primis, facilita la pulizia, poiché non permette allo sporco ed alla polvere di
incunearsi all’interno delle faglie del pavimento.
2. In secondo luogo, minimizza la probabilità che si vengano a creare infiltrazioni di acqua o altri liquidi. Fin da tempi remoti, la resina era conosciuta e sfruttata dall’uomo proprio per questa su caratteristica fondamentale: l’impermeabilità. Fu proprio questa la fortuna di questo materiale, che cominciò ad essere applicato in vari campi.
3. Crea una superficie di facile manutenzione.
4. Infine, i pavimenti in resina non risultano attaccabili da batteri e muffe.

Eleganza

L’effetto ricreato sui pavimenti è davvero raffinato e di buon gusto. Il grande punto di forza sta nel poter rinnovare completamente l’aspetto di una stanza con poca fatica. Questo grazie alla facilità di sovrapposizione , allo spessore sottile ed alla facilità della posa della resina.
La resina per pavimenti interni può essere liscia o ruvida, lucida, opaca, satinata e quindi si adatta a tutti i gusti stilistici.
Conferisce luminosità non solo al materiale a cui è applicato, ma a tutto l’ambiente circostante.
E sappiamo tutti molto bene quanto sia importante il rivestimento all’interno di un edificio.
Che si tratti di un ambiente privato, pubblico o industriale, l’accoglienza ricevuta dalla pavimentazione è come il biglietto da visita di un edificio.
E si sa, la prima impressione conta eccome!

Versatilità, adattabilità e durabilità

“Versatilità, adattabilità, durabilità.”
Tre parole che compendiano l’essenza dell’edilizia.
Tre parole che fanno da discriminante tra un lavoro eccellente ed uno di scarsa qualità.
Tre parole che si associano automaticamente alla resinatura delle pavimentazioni.
Infatti la resina può essere applicata su una vastissima gamma di materiali: parquet, ceramica, marmo, pietre, gress, mattonelle, massetti, cotto, marmo, legno e metallo. Può essere applicata su ogni tipo di superficie, sia orizzontale sia verticale, grazie alle elevate prestazioni raggiungibili in bassissimi spessori (2/5 mm).
In questo modo, questa soluzione si adatta a qualsiasi settore industriale: alimentare, chimico/farmaceutico, meccanico, manifatturiero ecc.
La valenza estetica di questa tecnica ha fatto sì che, sia in ambito pubblico che privato, la resinatura prendesse piede rapidamente. E proprio la sua rapidità è un elemento che gioca a suo favore: i tempi di realizzazione sono molto veloci e troppo convenienti rispetto ad interventi più invasivi e lenti, come per esempio la demolizione.

Prendiamo ad esempio questo evento: la ristrutturazione

Chi deve ristrutturare casa vorrebbe che il lavoro fosse il più veloce possibile. Inoltre, per evitare tempi prolissi, cantieri, polvere e calcinacci ovunque, si vorrebbero evitare il più possibile interventi di demolizione. La resina permette proprio questo e già di per sé è un vantaggio molto pratico e importante. Si evitano i disagi correlati alla demolizione, come costi di smaltimento, rifacimento dei sottofondi e tempi lunghi di intervento (come prima
accennato).

Ecofriendly

Trattandosi di una modalità che non richiede demolizioni , rientra negli interventi che fanno parte della cosiddetta edilizia a basso impatto ambientale o ecosostenibile, il che è un altro aspetto molto vantaggioso.

Durevole

La resina è duratura e resiste infallibilmente nonostante le continue sollecitazioni fisiche (date dal calpestio per esempio) e chimiche (date dall’utilizzo di prodotti sulla sua superficie).
Lo strato di resina viene applicato sul pavimento (vecchio o nuovo che sia) uniformando la superficie. Resistenza e durata di questo rivestimento per pavimento sono comprovate benché lo strato sia sottile e a spessore ridotto.
Elastica, sottile e resistente, non rappresenta una barriera ma favorisce, al contrario, il passaggio del calore. Una sua caratteristica infatti è la conducibilità termica, per cui si presta anche ad edifici che prevedono riscaldamento a pavimento.

Un consiglio : la preparazione è tutto

Una buona preparazione del sottofondo garantisce il migliore risultato del sistema resinoso.
Con il termine “preparazione” si indicano tutte le operazioni preliminari all’applicazione dei prodotti resinosi, atte a rendere la superficie adeguatamente compatta e pulita per garantire una perfetta adesione:
1. Lavaggio: trattamento di pulizia usato su nuove pavimentazioni industriali non ancora messe in esercizio per mezzo di idropulitrici o macchine “lava-asciuga”.
2. Carteggiatura: lavorazione dove l’azione meccanica è data dall’utilizzo di macchinari dotati di dischi abrasivi rotanti.
3. Levigatura: trattamento a secco della superficie mediante un macchinario dotato di utensili abrasivi, utilizzati anche per la preparazione di sottofondi con mattonelle.
4. Pallinatura: la macchina agisce tramite irradiazione a circolo chiuso di sfere metalliche sul supporto; Tale processo è necessario per sistemi resinosi a spessore che creano forti tensioni sul supporto e necessitano di una superficie ruvida per un miglior ancoraggio.
5. Scarifica: consente la demolizione dello strato corticale della superficie e viene impiegata là dove il supporto si presenta molto deteriorato, friabile o impregnato di sostanze chimiche.